Eccoci
con Altrimenti ci lasciano a piedi. Il progetto è rivolto a chi, impossibilitato dall’epilessia alla patente di guida, non ha diritto a nessuno sconto sui mezzi pubblici. Con forme e incidenze diverse l’epilessia colpisce quasi 1 persona su 100 condizionandola in maniera profonda ed è consuetudine il non parlarne e purtroppo è spesso altrettanto consueto, il tenerla nascosta....Continua .



- 27 gennaio 2019 presso Circolo “Il Mercato Sonato”, v. Tartini n. 3, Bologna dalle ore 17:00 alle ore 19:00
- 10 febbraio 2019 presso Teatro “Corte dei Miracoli”, v. Mortara n. 4, Milano dalle ore 21:00 alle ore 23:00
- 17 febbraio 2019 presso Teatro “Metropolis”, v. Gramsci n. 4, Bibbiano (RE) dalle ore 17:00 alle ore 19:00
- 03 marzo 2019 presso Sala Borghesi-Bertolla, p.zza Navarrino n. 19, Cles (TN) dalle ore 17:00 alle ore 19:00
- 10 marzo 2019 presso Sala Polivalente, parco Matildico, Carpineti (RE) dalle ore 17:00 alle ore 19:00

L’iniziativa è nata grazie all’idea dell’associazione Playing in Epilepsy, che avrà cura in prima persona dello sviluppo del progetto, grazie anche al supporto economico di una azienda giovane e dinamica, Iconacasa Franchising Immobiliare, che sin dal primo istante ha abbracciato il progetto, entusiasta dalla determinazione dell’associazione, e certa dell’impegno che Playing in Epilepsy stessa investirà per il raggiungimento dello scopo. Insieme per il raggiungimento dell’obiettivo, l’Associazione e Iconacasa, consegneranno entro il 31 dicembre 2019, al Ministero della Famiglia e Disabilità, la richiesta per ottenere sconti sui mezzi pubblici, certi anche del sostegno di molti che lungo il percorso interverranno nei vari eventi, come i medici della L.I.C.E. Dr.ssa Laura Tassi, Dr.ssa Romana Rizzi, Dr. Lucio Parmeggiani, il direttore reparto medicina dell’ospedale di Castelnovo né Monti Dr. Erio Scalabrini, l’ex campione del mondo di ciclismo Maurizio Fondriest, l’attrice Enrica Barel. Vi aspettiamo!

Il progetto Altrimenti ci lasciano a piedi, ha un grande obiettivo: portare formale richiesta, agli organi competenti, per avere una riduzione dei costi sui mezzi pubblici, sia per chi è affetto dalla patologia, sia per un accompagnatore, motivandone così una presa di posizione nei confronti della stessa.
La sensibilizzazione del progetto avverrà attraverso l’organizzazione di eventi, in genere commedie teatrali precedute da un intervento tenuto da un medico della L.I.C.E. (Lega Italiana Contro l’Epilessia), atti a raccogliere il consenso dell’opinione pubblica. Gli eventi si terranno nel anno 2019 a partire dal mese di gennaio, certi di avere l’attenzione di molti. Nel dettaglio ecco i giorni in cui si terranno gli eventi:
Color Picker
....
Icon Picker
....
File Picker
....